Domenica 26 Marzo 2017 | 20:52

CONCERTO VASCO, LE MISURE ANTI-CAOS E SICUREZZA

Fra pochi giorni la presentazione e tutti i dettagli sulla vendita dei biglietti, ma il mega concerto di Vasco Rossi al Parco Ferrari in programma l’1 luglio comporterà anche un grande lavoro per evitare la paralisi della città. L’area, infatti, accoglierà circa duecentomila persone


E’ iniziato il conto alla rovescia. Mancano poco meno di sei mesi al grande appuntamento con il concertone di Vasco Rossi al Parco Ferrari di Modena, un evento che farà affluire in città un gran numero di fans del Komandante e che dunque, rischia di paralizzare per giorni l’intera zona. Sarà un periodo importante, dunque, questo per gli addetti ai lavori che dovranno mettere in pratica un vero e proprio piano anti-caos di cui si sta già discutendo con le autorità cittadine. L’area del concerto si stima che possa accogliere circa duecentomila persone e ulteriori conferme arriveranno probabilmente martedì, nella giornata di presentazione dell’evento. Logico che sia la viabilità, quindi, al centro di ogni discorso: si parla già di treni speciali con arrivo alla stazione di Modena, ma anche di Carpi e di un sistema speciale di navette, che possa servire anche coloro che usufruiranno delle aree parcheggio che verranno collocate nella periferia cittadina e nei comuni attigui. Già si parla di spazi molto ampi come l’autodromo e l’aeroporto di Marzaglia, ma anche Ponte Alto o il piccolo aeroporto di Sassuolo. E poi alberghi e strutture ricettive che possano accogliere chi arriva da più lontano. Infine gli aspetti relativi alla sicurezza, con un’ampia area di prefiltraggio e il probabile smontaggio dell’attuale recinzione per favorire eventuali vie di fuga. Inoltre non può mancare un occhio all’ambiente, con l’organizzazione dell’evento che donerà 150mila euro per rendere ancora più verde il parco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche