Martedì 17 Luglio 2018 | 23:24

LA NUOVA VITA DEI 16 MACACHI DELL'ATENEO DI MODENA

Un video testimonia che stanno bene e si trovano in Toscana


Dopo l'aspra battaglia durata anni con diverse manifestazioni di protesta, l'Università di Modena e il Comune decisero di fermare i test sui Macachi. I 16 esemplari, quindi, furono affidati alla LAV, che attualmente sta seguendo la situazione al Centro di recupero animali selvatici ed esotici di Semproniano, in Toscana. E la Lav ha deciso di testimoniare il recupero dei Macachi attraverso un video. I primati stanno bene e si sono già adattati in modo ottimale alla loro nuova casa. Nel Centro di Recupero maremmano, ai 16 animali sono dedicate due nuove strutture appositamente realizzate, un medico veterinario e due specializzati in primatologia, con tutto il necessario per riprendere confidenza nel gruppo. Per l’Onlus l’impegno verso la riduzione e la sostituzione degli animali nella ricerca nel nostro Paese non è ancora abbastanza e i risultati non sono soddisfacenti. I dati ufficiali più recenti forniti dal Ministero della Salute in materia di animali usati a fini sperimentali, evidenziano infatti un incremento del numero di macachi nei laboratori italiani: il numero aumenta da 302 nel 2012 a quasi 450 nel 2014. Un incremento sperimentale per la Lav inaspettato, soprattutto alla luce di una legge che, limita fortemente il ricorso a queste specie.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche