Martedì 17 Luglio 2018 | 23:26

TRAGEDIA ERASMUS: PER IL GIUDICE SPAGNOLO NON CI SONO COLPEVOLI

Il giudice istruttore del tribunale di Amposta vicino a Tarragona ha deciso di archiviare il caso aperto in seguito allo schianto avvenuto nel marzo scorso in cui persero la vita 7 studentesse erasmus italiane e rimase gravemente ferita la modenese Laura Ferrari


Nessuna responsabilità, nessun colpevole. La strage delle tredici studentesse Erasmus, di cui sette italiane, morte nel sonno fra le lamiere contorte di un bus in Catalogna non avrà un processo penale. Tra le giovani anche la modenese Laura Ferrari, che era rimasta gravemente ferita.

Il giudice istruttore del tribunale di Amposta vicino a Tarragona ha deciso infatti di archiviare la causa aperta dopo lo schianto della corriera in marzo. Nella decisione di archiviazione, contro la quale può essere presentato ricorso, il magistrato ha escluso che l'incidente sia stato dovuto a problemi meccanici o alla guida imprudente dell'autista e ha rinviato le parti al procedimento civile.

Dopo lo schianto la polizia aveva denunciato il conducente per 13 'omicidi per imprudenza' ritenendo che un colpo di sonno fosse la causa della tragedia. Il giudice di Amposta ritiene invece che il guidatore, rimasto seriamente ferito, circolasse alla velocità massima consentita di 100 km/h e avesse rispettato i tempi di riposo regolamentari, escludendo inoltre che possa essere stato distratto da un telefono cellulare. Laura Ferrari dopo lo schianto era andata in coma e successivamente si era ripresa, completando le cure al Policlinico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche