Lunedì 17 Dicembre 2018 | 00:07

AISLA MODENA, 20 ANNI TRA ASSISTENZA E NUOVI PROGETTI


Rallentare, curare e prevenire la malattia. Questi i progetti su cui punta l’Aisla di Modena che in questo 2016 festeggia i 20 anni di attività. Un lungo periodo che ha visto l’Onlus di via Santa Caterina sempre impegnata nel cercare di fare tutto il possibile per essere d’aiuto a chi sta soffrendo a causa della Sla, senza dimenticare gli investimenti sulla ricerca, per ridare speranza a tanti modenesi. Sul fronte dell’assistenza è ormai pronto il progetto sperimentale di telemedicina, che partirà nel febbraio 2017. Si tratta di un sistema che consentirà di monitorare a domicilio le condizioni dei pazienti, di prestare assistenza a distanza e, soprattutto di intrevenire in modo veloce nel caso di situazioni di aggravamento. La festa per i 20 di Aisla è prevista sabato 5 novembre al teatro Storchi e l’incasso servirà per finanziare le attività dell’associazione modenese.

Attualmente i malati di Sla seguiti a Modena sono circa 200, di cui la metà residente in provincia. Secondo uno studio italo-americano tra circa 120 anni l’aumento medio nel mondo dei malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà del 32%.


Nel video le interviste a:

- Giancarlo Ferrari, Presidente Aisla Modena

- Jessica Mandrioli, Responsabile Centro Sla di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche