Giovedì 08 Dicembre 2016 | 21:07

RIFIUTI, AUMENTA LA CAPIENZA DELL'INCENERITORE

Passa da 180mila a 210mila tonnellate la capacità dell'impianto di via Cavazza: lo ha deciso la Regione alla luce di un numero maggiore di immondizia da smaltire rispetto alle previsioni. Sarà temporaneo? E la raccolta differenziata funziona?


Da 180 mila a 210 mila tonnellate di rifiuti, sperando che duri davvero solo un paio di mesi. La capacità dell'inceneritore di Modena sarà incrementata: lo ha deciso la Regione, dopo che nel territorio dell'Emilia-Romagna è stata riscontrata una maggiore quantità di immondizia da smaltire rispetto al previsto.

L'aumento per l'impianto di via Cavazza si inserisce in un effetto domino che va da Piacenza a Rimini; Modena è la città maggiormente gravata, ma anche altri territori vedono una crescita importante come Parma che arriva a 160 mila tonnellate. In via Cavazza, lo ricordiamo, è attiva una sola linea e la capienza massima è 240 mila tonnellate.

La situazione dovrebbe essere riportata alla normalità nel 2017, visto che l'assessore regionale all'Ambiente Paola Gazzolo ha parlato per la città ducale  di «aumento temporaneo per due mesi». Nel complesso, a livello regionale si discute di 213 mila tonnellate in più di rifiuti urbani e 118 mila tonnellate di rifiuti indifferenziati rispetto alle previsioni. A questi numeri si somma in tutta l'Emilia-Romagna un ulteriore fabbisogno di 210 mila tonnellate di rifiuti speciali ancora da smaltire.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche