Sabato 03 Dicembre 2016 | 18:43

MOLESTATA DA CARABINIERE, LA PROTESTA DELL'UDI

E' andato in scena davanti al Tribunale il sit-in dell'Unione Donne Italiane che si sono schierate al fianco di una ragazza che nel 2012 ha denunciato di essere stata molestata da un carabiniere. E' la prima volta che l'associazione si costituisce parte civile


Per la prima volta al fianco di una donna che ha denunciato, per sostenerla e per ribadire pubblicamente il concetto della non violenza di genere. E' andato in scena davanti al Tribunale il presidio dell'Udi, Unione donne italiane, che si è schierato vicino a una ventenne il cui caso è ora a processo. Imputato è un carabiniere, che deve rispondere delle molestie di stampo sessuale che secondo l'accusa avrebbe commesso nel 2012 in un locale pubblico dell'Appennino. L'Udi appunto si è costituto parte civile e non era mai successo a Modena che l'associazione entrasse in un dibattimento con questo ruolo attivo. Starà poi al giudice stabilire eventuali responsabilità.

Con la presenza in corso Canalgrande l'Udi vuole mandare un messaggio forte contro la violenza nei confronti delle donne, una violenza che non colpirebbe soltanto la singola ragazza che la subisce ma che andrebbe a riguardare l'intera collettività femminile.

Intervista a Serena Ballista, Presidente Udi Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche