Domenica 04 Dicembre 2016 | 15:16

CAOS SCUOLA: A MODENA MANCANO 100 DOCENTI DI SOSTEGNO

Ritardo di un mese e mezzo sulla tabella di marcia. E intanto le assegnazioni provvisorie al Sud svuotano la aule del Nord


Come un motore ingolfato, l’anno scolastico 2016/17 stenta a partire. Le lezioni sono iniziate da tre settimane, ma nelle aule regna la confusione. Nelle scuole modenesi, dagli asili alle superiori, il problema più evidente è al momento quello degli insegnanti di sostegno: all’appello ne mancano circa un centinaio, 600 in tutta la regione. Un buco dovuto al fatto che non sono ancora state fissate le cosiddette quote in deroga, ossia quelle pattuglie di docenti aggiuntivi necessari a coprire il gap tra le stime estive del Provveditorato e il fabbisogno effettivo delle scuole. Negli anni passati queste quote venivano stabilite nei primi giorni di settembre. Quest’anno si procede con un mese e mezzo di ritardo per colpa anche di un algoritmo sbagliato del Ministero che ha trasferito insegnanti dove non doveva. Con il risultato che i posti degli insegnanti di sostegno in questi giorni o rimangono scoperti o vengono assegnati a docenti privi della specializzazione. Poi, c’è l’altro grande problema: quello delle assegnazioni provvisorie che stanno riportando al Sud molti professori meridionali che lavorano al Nord, svuotando le scuole delle regioni settentrionali. Le dimensioni di questo secondo problema, a Modena, le conosceremo solo nei prossimi giorni, quando le assegnazioni provvisorie nel Mezzogiorno saranno state ultimate.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche