Domenica 04 Dicembre 2016 | 09:10

NECESSITA' DI ARGINARE I VOUCHER, SI' DEL CONSIGLIO

L'assemblea si impegna a frenare la diffusione dei buoni lavoro, che quest'anno sono destinati a sfiorare quota 3 milioni. L'assessore Bosi ha parlato di «abuso che si concretizza in un aumento del precariato»


Limitare l'utilizzo dei voucher per frenare il precariato. Questo l'impegno preso dal Comune di Modena dopo che in Consiglio è approdata la questione dei buoni lavoro, cresciuti nella nostra provincia in una maniera impressionante.

A sollevare il caso era stata la Cgil, illustrando come nel 2015 i voucher distribuiti nel territorio fossero stati 2 milioni e mezzo, con una crescita del 20% rispetto all'anno precedente, e precisando che quest'anno siamo destinati a superare abbondantemente la cifra. Si potrebbe arrivare infatti intorno ai 3 milioni di voucher: questo significa che al giorno, in media, i buoni lavoro venduti sono 8.354. Un numero che secondo il sindacato è figlio del processo di liberalizzazione ed estensione che si è allargato talmente tanto da diventare un vero e proprio sistema.

La vicenda appunto è approdata in aula, dove è stato votato un documento per cercare di arginare l'utilizzo di questi ticket, stoppandone l'utilizzo nelle forme di subappalto così come prescritto dal jobs act. L'assessore al lavoro Bosi ha parlato intanto di un. E ln Comune, ha aggiunto, i buoni lavoro sono banditi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche