Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 13:26

AZIMUT MODENA VOLLEY TORNA AL LAVORO PER IL CAMPIONATO

Dopo due giorni di festeggiamenti il ritorno sul campo per preparare l'esordio in Superlega che domenica inizierà al PalaPanini con avversario Sora


48 ore di festeggiamenti, di riposo, per staccare la spina e ritornare al lavoro con la massima concentrazione in vista dell’esordio in campionato. Dopo la vittoria in Supercoppa Italiana, il coach dell’Azimut Modena Volley Roberto Piazza ha concesso due giornate libere alla squadra, che buona parte del gruppo ha utilizzato per rientrare in famiglia o per un piccolo viaggio, modi diversi per svagarsi e per allentare la tensione dopo aver puntato per quasi due mesi il primo obiettivo stagionale. Dalla Supercoppa l’Azimut esce con ottimi segnali, anche se Perugia era ad un passo dalla vittoria finale, nonostante l’importante assenza del proprio bomber principe ovvero il serbo Atanasijevic. I gialloblù hanno trovato subito un Santi Orduna in cabina di regia abile a capire come smistare il gioco, cavalcando i compagni più in palla rispetto a chi, ancora, accusa qualche difficoltà. Se il centrale Holt si è rivelato già decisivo, così non è stato per Le Roux che, però, ha dovuto fare i conti con un problema fisico che ne ha minato l’avvicinamento alla Supercoppa, rendendo più difficile ancora il suo compito che di per sé non era semplice. Il francese, così come i compagni di reparto e non solo era reduce dall’Olimpiade e ha avuto poco tempo per trovare l’intesa con il palleggiatore. Un tempo che, forse, è stato poco anche per Luca Vettori, autore di una prova a sprazzi, non troppo incisivo. Si parte comunque da un grande spirito di squadra per l’avventura in campionato, un campionato che inizia con il match casalingo contro Sora, squadra neopromossa che non rappresenta uno degli ostacoli maggiori della stagione, ma che all’esordio può sempre nascondere insidie, a maggior ragione se allenata da una vecchia volpe come Bruno Bagnoli.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche