Sabato 03 Dicembre 2016 | 01:22

CERSAIE AL VIA, TRA REFERENDUM E FLESSIBILITÀ

Si è aperta questa mattina a BolognaFiere la 34esima edizione del Salone Internazionale dedicato alla Ceramica. Al taglio del nastro presenti i ministri Calenda e Galletti


La competitività delle imprese tra referendum costituzionale e flessibilità europea. Questi i temi centrali nel giorno di apertura del Cersaie 2016, edizione numero 34. Al taglio del nastro, a Bologna Fiere, intervengono ben due ministri: Carlo Calenda (Sviluppo economico) e Gianluca Galletti (Ambiente). Si comincia dunque dai due fronti caldi sull'agenda del governo: il Documento di economia e finanza e appunto il referendum. Calenda, di fronte alla platea degli imprenditori, presenta il piano industria 4.0, che dovrebbe entrare in Finanziaria: 13 miliardi di incentivi agli investimenti delle aziende. Ma prima serve l'ok dell'Europa sulla flessibilità di bilancio. Poco convinto delle misure varate fin qui dal governo sembra essere Giorgio Squinzi, ex presidente di Confindustria, che qui al Cersaie è di casa.


Nel video le interviste a:

- Carlo Calenda, Ministro Sviluppo economico

- Gianluca Galletti, Ministro Ambiente

- Giorgio Squinzi, Ex presidente Confindustria

- Vittorio Borelli, Presidente Confindustria Ceramica

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche