Sabato 03 Dicembre 2016 | 07:43

ATTENTATO AL PD, SI INDAGA SU TELECAMERE E CELLE TELEFONICHE

La Procura ha aperto un fascicolo per minacce aggravate e danneggiamento seguito da incendio


Si indaga a 360 gradi sull'attentato di lunedì mattina all’alba ai danni del circolo Pd della Madonnina. La Procura di Modena ha aperto un fascicolo di inchiesta per minacce aggravate e danneggiamento seguito da incendio. Le indagini della Digos sono coordinate dal pm Marco Nicolini. In questa fase iniziale gli organi inquirenti stanno concentrando la loro attenzione sulle immagini girate dalle telecamere di videosorveglianza della Polisportiva Madonnina, che sorge proprio di fianco alla sezione dem, e sulle celle telefoniche della zona. Erano le 5:20 del mattino quando una bombola a gas da campeggio è stata fatta esplodere davanti all’ingresso sul retro del circolo. L’attacco incendiario ha danneggiato l’entrata, mentre le stanze all’interno non sono state toccate. Poco distante dal luogo dell’esplosione sono state recuperate altre due bombole inesplose e un cartello di rivendicazione con scritto: ‘Civati… Fai il botto! Pd servi’. “Chi pensa di impaurire i democratici ha sbagliato indirizzo, ci vediamo giovedì alla festa”, ha commentato con un tweet il premier e segretario del Pd Matteo Renzi, atteso, giovedì sera, a Ponte Alto alla Festa provinciale del partito.

E anche lo stesso Pippo Civati ha inviato un messaggio di solidarietà al Pd modenese: “No alla violenza”, ha scritto sempre su Twitter l’ex democratico, fuoriuscito dal partito per fondare Possibile.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche