Sabato 10 Dicembre 2016 | 00:10

DI MAIO A FORMIGINE: ROMA COME MANGANELLO CONTRO M5S

Il vicepresidente della Camera in provincia di Modena per la campagna del No al referendum costituzionale: “Vogliono affossare me e il Movimento ma non ci riusciranno, puntiamo al governo del Paese”


“Vogliono affossare me e il Movimento, ma non ci riusciranno: puntiamo al governo del Paese”. Dopo le scuse, Luigi Di Maio va al contrattacco. Ospite a Formigine di un aperitivo dei Cinque Stelle a sostegno del No al referendum costituzionale, il vicepresidente della Camera, assaltato dai giornalisti, tira dritto sulle questioni romane: “Si usa la Capitale come manganello contro il Movimento”, dice.

Tra assessori romani indagati e faide interne, per il Movimento fondato da Grillo e Casaleggio è il momento più difficile.

Di Maio parla poi della Riforma costituzionale: “Un intervento – osserva – che  mette in cassaforte per sempre i privilegi della politica”. Presenti all’evento anche i parlamentari modenesi del Movimento, Dell’Orco e Ferraresi, che vanno all’attacco del Pd sulla ricostruzione post-sisma e sulle infiltrazioni della mafia in Emilia. “Spero di portare il Movimento al governo del Paese”, chiosa ancora Di Maio. Ma i sondaggi nazionali stimano un calo nel consenso dei pentastellati. Su Roma interviene anche Grillo: “Non siamo perfetti – dice – ma non ci arrendiamo”.

Intervista a Luigi Di Maio, Vicepresidente Camera

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche