Giovedì 08 Dicembre 2016 | 01:07

VIRUS ZIKA: CASO SOSPETTO ANCHE A MODENA

E’ scattata la disinfestazione in due aree della città: le zone interessate sono stradello Bastogi, via Cesare della Chiesa, De’ Gavasseti e Rinaldi


Dopo Carpi, dove però il caso si è rivelato un falso allarme, anche Modena si è allertata per un presunto contagio di Virus Zika. La scorsa notte sono partiti gli interventi di disinfestazione in due aree, una in stradello Bastogi e l’altra nelle vie Cesare della Chiesa, De’ Gavasseti e Rinaldi. Le due zone sono circostanti l’abitazione e il luogo di lavoro della persona che potrebbe aver contratto il virus Zika. Se gli accertamenti di laboratorio daranno  esito negativo, i trattamenti saranno sospesi. L’attenzione rispetto al virus Zika rimane però alta anche nel nostro territorio, visto che la malattia dal Sudamerica sta camminando velocemente, considerati scambi di merci e di persone in tutto il mondo e la diffusione di insetti infetti. Il virus si trasmette alle persone, principalmente attraverso la puntura di una zanzara del genere Aedes, ma può inoltre essere trasmesso per via sessuale. I sintomi, piuttosto lievi, consistono in febbre o eruzioni cutanee, che compaiono un paio di giorni dopo la puntura di una zanzara infetta. I sintomi di solito durano dai 2 ai 7 giorni e i rischi sono altissimi soprattutto per le donne in gravidanza. Tornando alla disinfestazione effettuata nelle due aree di Modena, i residenti per consumare frutta e verdura irrorate con insetticidi devono aspettare 15 giorni, il cibo dovrà essere lavato abbondantemente e la frutta dovrà essere sbucciata. Mobili e giochi per bambini rimasti all'esterno ed esposti al trattamento dovranno invece essere puliti utilizzando guanti lavabili o a perdere.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche