Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 11:34

LAVORO, MODENA MAGLIA NERA DELLE IRREGOLARITÀ

E’ quanto emerge dal monitoraggio del Ministero sulle attività ispettive dentro le imprese


Modena capitale delle irregolarità sul lavoro. Dal settore autotrasporto all’edilizia, dalla sanità ai liberi professionisti è più che mai nero il quadro che emerge dal monitoraggio del Ministero sull'attività degli organi ispettivi dentro le imprese. Nei primi sei mesi dell’anno le sanzioni amministrative e penali elevate nella nostra provincia ammontano a circa mezzo milione di euro, un quinto del totale dell’Emilia-Romagna, +21% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. Modena è prima, in negativo, in quasi tutte le classifiche regionali. A cominciare dai reati per violazione delle norme a tutela della salute e della sicurezza del lavoratore fino ad altre tipologie di casi. Mentre le irregolarità accertate calano a livello nazionale, in Emilia-Romagna si assiste a un preoccupante aumento: in regione il 57% delle ispezioni rileva uno o più violazioni di legge. Modena è ben sopra la media a quota 63,3%, con picchi sopra l’80% in alcuni settori come quello di trasporti e magazzinaggio. Poi c’è il capitolo del lavoro nero: anche qui Modena si guadagna la maglia nera in regione: nella nostra provincia, i lavoratori clandestini scoperti nel primo semestre del 2016 sono stati un terzo in più dell’anno passato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche