Martedì 06 Dicembre 2016 | 15:02

ACCOLTELLAMENTO ZONA TEMPIO: IPOTESI DI TENTATO OMICIDIO

L'ipotesi di reato per il giovane moldavo che in seguito ad una lite ha accoltellato la moglie è di tentato omicidio. Il proseguimento delle indagini è stato affidato alla Polizia Municipale


Il magistrato Mariangela Sighicelli, che coordina le indagini sull'accoltellamento di martedì scorso in viale Caduti in Guerra in zona Tempio, ha affidato il proseguimento delle indagini alla Polizia Municipale di Modena, che sta lavorando in queste ore sull'ipotesi di reato di tentato omicidio. Il 25enne moldavo che ha sferrato una coltellata alla moglie colpendola alla base del collo e poi ha cercato di togliersi la vita gettandosi sotto un tir nei pressi dell’uscita 10 della tangenziale in direzione Bologna, attualmente si trova ricoverato in terapia intensiva all'Ospedale di Baggiovara a causa del forte trauma cranico riportato. Le sue condizioni sono stabili, la prognosi è riservata, ma non è più in pericolo di vita. Il ragazzo comunque è cosciente e potrebbe essere già stato ascoltato dagli operatori della Municipale che stanno cercando di ricostruire esattamente il litigio avvenuto tra la coppia. Anche la vittima dell’accoltellamento si trova ricoverata, ma fortunatamente la ferita subita non si è rivelata grave, anche se il colpo ha interessato comunque una vena. Dalle prime ricostruzioni la lite, martedì scorso sarebbe partita dalla decisione della 25enne moldava di rimanere in Italia per rifarsi una vita, ma il marito non avrebbe accettato di tornare da solo in patria. In un momento di rabbia il ragazzo avrebbe sferrato il colpo, ma poi si sarebbe immediatamente pentito chiedendo aiuto per la moglie a una vicina di casa, dicendo di volersi togliere la vita. Alcune ore dopo il fatto sono arrivate notizie del marito: era proprio lui il 25enne che si è buttato sotto un camion, cercando di compiere l’estremo gesto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche