Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 23:09

ANIMALI MALTRATTATI: 4 STORIE MODENESI

Dal gatto abbandonato e morto tra i rifiuti al cane ucciso da un pirata della strada: da inizio anno alla Polizia Municipale sono giunte 182 segnalazioni


C’è il cane abbandonato in un casolare legato alla catena, quello deceduto dopo essere stato investito da un pirata della strada, il gatto picchiato con crudeltà e quello lasciato morire tra i rifiuti. Storie come queste figurano tra quelle riguardanti casi di maltrattamenti ad animali giunte sul tavolo della Polizia Municipale di Modena dall’inizio dell’anno a oggi. Cinque le denunce penali che sono scattate, a fronte di ben 182 segnalazioni. Dietro i maltrattamenti molto spesso ci sono vicende di disagio sociale. E’ il caso, ad esempio, del pastore tedesco che era tenuto legato con la catena, in violazione della legge regionale, in un casolare di campagna: il suo padrone era un  nordafricano con diversi precedenti penali che abitava l’immobile abusivamente. E nel casolare è stato trovato anche un altro cane in stato di abbandono. Inquietante è invece la storia di un gatto trovato con lesioni politraumatiche all’addome e diverse fratture alle costole: a picchiarlo, si è poi scoperto, era stato il fidanzato della figlia dei proprietari. Tragica, poi, la fine fatta da un cane investito da un’auto, il cui conducente nemmeno si era fermato a prestare soccorso. L’animale è morto per le ferite riportate. Ma grazie alla denuncia della padrona, la Polizia Municipale ha rintracciato il colpevole, per cui è scattata una sanzione da 413 euro per omissione di soccorso. L’ultima di queste storie, infine, risale al 14 agosto scorso, quando in via Carlo Sigonio un gatto è stato ritrovato in gravi condizioni accanto ai bidoni dei rifiuti: il micio è morto poche ore dopo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche