Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 11:33

MODENESI SORPRESI ALL'AEROPORTO CON 300 MILA EURO IN CONTANTI

Rientravano da viaggi all'estero con ingenti cifre di denaro non dichiarato nascoste nei vestiti e nel bagaglio


Hanno tentato di aggirare la legge, ma sono stati scoperti e fermati al rientro in Italia in aeroporto. Due modenesi, uno nativo del 1949 residente a Soliera, ma nato in Campania e l'altro nativo del 1972 di Sassuolo, stavano facendo ritorno a casa dopo viaggi all'estero e con loro nascondevano nei vestiti e nei bagagli ingenti cifre di denaro non dichiarato per un totale di oltre 300 mila euro. I due uomini sono stati individuati una volta atterrati al Giuseppe Marconi di Bologna dai funzionari dell'Ufficio delle Dogane, che insieme alla Guardia di Finanza stanno operando controlli intensi per contrastare il fenomeno degli illeciti valutari.


Il più anziano, imprenditore attivo nel campo dei giochi e delle giostre, era reduce da un viaggio in Brasile con scalo a Roma ed è stato trovato in possesso di una cifra pari a 266 mila euro in banconote di grosso taglio. Il più giovane, dipendente di una società, arrivava dall'Iran via Francoforte con una somma di 72 mila euro che potrebbero essere riconducibili all'azienda stessa. Ad entrambi è stata contestata la violazione della norma che stabilisce l'obbligatorietà di una dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiore a 10 mila. In conseguenza di ciò è scattato il sequestro del 50% della cifra eccedente questo ammontare, per un importo totale di 159.482 euro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche