Venerdì 09 Dicembre 2016 | 06:46

ARRESTO PUSHER ZONA TEMPIO, CHIUDE ANCHE UN NEGOZIO

Il nigeriano era solito frequentare un esercizio etnico di alimentari, ritenuto la base d'appoggio dello spacciattore


Quindici giorni di chiusura. E' questo il provvedimento adottato dal Questore di Modena ed eseguito questa mattina dalla Polizia Amministrativa nei confronti di un negozio etnico di alimentari, gestito da una nigeriana trentaquattrenne, che si è rivelato essere la base d'appoggio del pusher arrestato mercoledì in zona Tempio. Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno accertato che l'uomo, anch'esso nigeriano, era solito occultare all'interno dell'esercizio commerciale sito in Via Crispi 6 le dosi di stupefacenti che poi venivano vendute ai clienti nelle vicinanze. La Polizia ha documentato e seguito i movimenti del pusher che prima concordava con gli assuntori le modalità di vendita, poi si recava all'interno del negozio e ne usciva con le dosi da consegnare. Gli accertamenti, inoltre, hanno evidenziato come il locale fosse da tempo ritrovo di pregiudicati e malviventi, una situazione per altro comune nel quartiere. Da tempo, infatti, gli abitanti chiedono più sicurezza, auspicando maggiori controlli e più decise azioni di contrasto al traffico di stupefacenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche