Sabato 10 Dicembre 2016 | 02:07

AUMENTI: FEDERCONSUMATORI POLEMICA CON TRENITALIA

Nuova validità del biglietto regionale, tassa per il cambio del ticket e aumento delle tariffe: Federconsumatori contesta le decisioni di Trenitalia


L’azione di combattere l’evasione da parte di Trenitalia nei mezzi Regionali viene considerata lodevole, ma non in questi termini e modi. Lo spiega in una nota Federconsumatori, dopo aver appreso la decisione dell’azienda partecipata di attuare dal 1 di agosto il nuovo titolo di viaggio, che si troverà anche nelle edicole e nelle tabaccherie, ma sarà meno flessibile dei precedenti biglietti. Il nuovo ticket infatti potrà essere utilizzato nelle 4 ore successive alla convalida e per il solo giorno prescelto all'acquisto. Inoltre, gli utenti che avranno necessità di cambiare la data di utilizzo del biglietto, rivolgendosi alle stesse rivendite esterne dovranno pagare 50 centesimi per ottenere la modifica. Federconsumatori inoltre contesta la decisione di Trenitalia di proporre alla Regione Emilia Romagna un adeguamento delle proprie tariffe regionali con decorrenza 1° agosto. Una richiesta motivata dal gestore per il forte differenziale che si registra nel confronto con altre realtà italiane. L'intesa raggiunta tra Trenitalia e Regione prevede un incremento medio del 3,5% per i biglietti singoli e del 2% per gli abbonamenti. Federconsumatori, nella nota, critica l’azienda partecipata che aumenta i prezzi, ma ha invece ignorato per anni i viaggiatori con la mancata fornitura di materiale rotabile nuovo. L’associazione sottolinea inoltre che gli aumenti di tariffa che graveranno maggiormente saranno quelli sui biglietti singoli acquistati da utenti considerati ‘non abituali’ e impossibilitati, nonostante il prezzo del titolo, di fare richiesta di alcuna forma di rimborso per ritardi o cancellazioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche