Domenica 04 Dicembre 2016 | 07:05

DOCENTI NEL CAOS: AVVIO ANNO SCOLASTICO A RISCHIO

L’allarme della Cisl: “Dal ministero dilettantismo e arroganza”


“L’inizio regolare del prossimo anno scolastico è a rischio”. E’ la Cisl a paventare il clamoroso scenario per attirare l’attenzione sul caos docenti che sta caratterizzando questa estate 2016. Il sindacato attacca duramente il ministero dell’Istruzione, colpevole, secondo la sigla, di “dilettantismo e arroganza” nel non aver voluto ascoltare i suggerimenti arrivati da più parti sul come gestire l’assegnazione degli insegnanti alle varie scuole, in base alla Riforma varata dallo stesso Governo. In provincia di Modena i docenti appena immessi a ruolo rischiano di essere in sovrannumero, con la conseguenza che molti potrebbero essere spediti ben lontani dal loro luogo di residenza. Altrove si parla invece di insufficienze di organico. E poi c’è il problema della ‘chiamata diretta’: da quest’anno infatti gli incarichi a copertura dei posti liberi verranno affidati non più tramite graduatoria, bensì con convocazione, appunto diretta, da parte dei presidi. Presidi che, secondo la Cisl avranno appena tre giorni di tempo per esaminare i curricula inviati, effettuare le proposte agli aventi diritto, affidare l’incarico e darne notizia all’Ufficio scolastico regionale. “Regole prive di buon senso”, attacca la Cisl di Modena. Il sindacato conclude amaro: “Nemmeno da precari gli insegnanti avevano un simile trattamento”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche