Venerdì 02 Dicembre 2016 | 20:53

PROGETTO SANT'AGOSTINO: LE DUE TORRI NON CI SARANNO

Vicine ad essere depennate le torri simbolo disegnate da Gae Aulenti. E la Biblioteca Estense sarà divisa in due


I costi sono raddoppiati e il progetto radicalmente rivisto: il futuro Polo Sant'Agostino sarà molto diverso da come lo si era pensato in origine. La conferma arriva dalla direttrice della Galleria Estense, Martina Bagnoli, ospite ieri in Comune. "La Biblioteca Estense – ha spiegato Bagnoli – sarà divisa in due". La parte antica rimarrà dov'è ora, a Palazzo dei Musei, inserita in un percorso per i visitatori integrato con la Galleria d'arte. "Nel Polo dell'ex Sant'Agostino saranno così trasferiti solo 240 mila volumi". La novità conferma che sono sempre più vicine ad essere depennate dal progetto le due torri disegnate da Gae Aulenti, simbolo del nuovo Polo, tanto da essere raffigurate nel suo logo. "Le due torri non sono più l’obiettivo del progetto", dice anche l’assessore alla Cultura del Comune Cavazza. E intanto, come anticipato qualche settimana fa dal sindaco Muzzarelli, per la realizzazione del Polo Sant'Agostino i costi sono raddoppiati: da 62 a 120 milioni di euro, per intervenire anche sugli altri due palazzi storici vicini. Tutta un'altra cosa, insomma, rispetto al progetto che fino a un anno fa si diceva fosse sul punto di decollare con l'avvio dei lavori. A questo punto, di cantieri ancora non si parla. Quel che è certo, è che per il completamento del progetto ci vorranno almeno 8-10 anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche