Sabato 03 Dicembre 2016 | 20:41

TENSIONE A MODENA: SCRITTE CONTRO LA POLIZIA

Sono apparse questa mattina su alcuni muri del centro storico. Sintomo di una tensione sociale crescnte anche a Modena


Terrorismo, tentativi di colpi di Stato, omicidi per motivi razziali. La tensione che si respira a livello internazionale contagia anche Modena. Dopo l’attentato e le minacce all’associazione culturale turca di via delle Suore, questa mattina la città si è svegliata con i muri del centro storico imbrattati di scritte contro le forze dell’ordine, con chiari riferimenti ai recenti episodi avvenuti negli Stati Uniti, dove nell’ultima settimana otto poliziotti sono stati uccisi in un contesto di crescenti tensioni razziali. Nel mirino anche la politica, nello specifico il Partito democratico. I messaggi di incitamento all’odio, prontamente cancellati, sono apparsi in via Sgarzeria. Opera con ogni probabilità di qualche militante dei gruppi antagonisti. Ma, in centro, si notano anche altri segni indice di tensione sociale. In corso Canalgrande, ad esempio, su un palo della segnaletica stradale è stato incollato un adesivo in cui si attacca l’ex sindaco Giorgio Pighi, definendolo "fascista". Messaggi che si vanno ad aggiungere ad atti violenti, come l’attentato incendiario dell’altro giorno ai danni del centro culturale turco. Anche a Modena è alta tensione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche