Martedì 06 Dicembre 2016 | 16:58

OMICIDIO MADONNINA: PERIZIA PSICHIATRICA PER CANO’

Richiesta della Procura di Modena nei confronti del 50 enne che ha strangolato l'ex convivente Bernardetta Fella


Perizia psichiatrica per Armando Canò: è quanto richiesto dalla procura di Modena nei confronti del 50enne che ha confessato di aver strangolato l’ex convivente Bernardetta Fella, e di aver nascosto il cadavere in un frigorifero. Inoltre il pm incaricato delle indagini ipotizza anche un incidente probatorio finalizzato all’acquisizione delle cartelle sanitarie legate allo stato psicologico dell’uomo. Proprio sulle condizioni psicofisiche di Canò si basa la linea della difesa; il legale del 50enne, l’avvocato Gianluca Barbiero, già nei giorni successivi all’omicidio aveva richiesto una misura alternativa al carcere, in una apposita struttura psichiatrica, ritenendo ci fossero i presupposti dello stato di infermità del suo assistito. Armando Canò da tempo era un paziente del Sert e del Centro salute mentale dell’Ausl così come la sua ex compagna. Lui e Bernardetta si conobbero proprio in uno di quei centri ed iniziarono a frequentarsi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche