Lunedì 05 Dicembre 2016 | 03:18

CHIOSCHI MOBILI, LA SOLUZIONE PER L’ESTATE 2017

Caso Chioschi sequestrati: i gestori presenteranno un progetto di casette mobili. La soluzione potrebbe essere attuata dall’estate 2017 e ridare in questo modo nuova luce all’area del Parco delle Rimembranze


Per cercare di uscire dall’impasse della problematica legata ai chioschi sequestrati dal 2014 ed evitare altre azioni legali, il Comune si è incontrato con i gestori delle casette. E nell’ultima riunione i rappresentanti dei chioschi potrebbero aver trovato la carta vincente da porre sul tavolo per l’estate 2017, uscendo da una situazione che li sta costringendo a rimanere fermi, con l’ennesima stagione senza incassi, ormai da tre anni. Tra 15 giorni i gestori presenteranno infatti un progetto di strutture rimovibili, che poi dovrà avere l’assenso del Tribunale e della sovrintendenza. Una soluzione, quella dei Chioschi mobili, che farebbe di fatto ripartire da zero il discorso di questi Bar nel verde, ogni estate molto amati e frequentati dai modenesi, e ridare così nuova luce a una zona, come quella del Parco delle Rimembranze, che attualmente risulta in stato di degrado e abbandono. Intanto in Tribunale si è svolta la prima udienza, dopo la richiesta di risarcimento nei confronti del Comune di 1 milione di Euro, fatta partire dai legali dell’amministratore del chiosco Ex Bobotti. Si tratta delle spese sostenute per realizzare i progetti per riqualificare il Parco delle Rimembranze, e i mancati guadagni di questi tre anni senza lavoro. L’udienza è stata rimandata al prossimo ottobre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche