Domenica 04 Dicembre 2016 | 19:21

SETTORE TESSILE: FATTURATI E OCCUPAZIONE IN CALO

Il distretto tessile modenese continua a soffrire la crisi. Produzione, occupazione e fatturato in calo. In 5 anni chiuse 300 aziende


Produzione, occupazione e fatturato in calo e piccole medie imprese e laboratori artigiani che chiudono. Il Fashion Made che in Emilia Romagna, interessa quasi 30 mila imprese e 142 mila addetti, stenta a riprendersi da una crisi che ormai è cronica. In particolare sono i laboratori artigiani che lavorano al fianco dei grandi marchi di abbigliamento che sono stati i propulsori del distretto carpigiano, a soffrire particolarmente la crisi: nel comparto modenese dal 2008 al 2013 sono 300 le imprese che hanno chiuso. Il problema, intercettato dalle aziende, è soprattutto il mercato interno.

Anche l’export, nonostante il volume s’aggira attorno ai 4.6 miliardi di euro, ha subito un rallentamento a causa degli andamenti di alcuni mercati come quelli russi o giapponesi. L’obiettivo è quello di preservare la storia, l’esperienza, il know how e le competenze di tutta una filiera.

In questa direzione va l’idea della Fashion Valley, quarto pilastro del sistema economico emiliano-romagnolo, una rete tra i marchi e le imprese che si distribuiscono in tutto il territorio regionale

Intervista a Tamara Gualandi, Pres. CNA Federmoda

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche