Venerdì 09 Dicembre 2016 | 20:16

TRUFFE AGLI ANZIANI: LE REGOLE UTILI PER EVITARLE

Da Questura e Hera una serie di consigli preziosi per capire quando si è di fronte a un malintenzionato


“Diffidate da chi, senza preavviso, suona al vostro campanello e si presenta come tecnico di Hera: molto probabilmente si tratta di un truffatore”. L’avvertimento arriva dalla stessa Hera e dalla Questura di Modena, che, sull’onda dei sempre più frequenti episodi di truffe agli anziani, hanno deciso di fornire una serie una serie di informazioni utili per capire quando ci si trova di fronte a un malintenzionato. La prima da tenere a mente è che Hera non invia mai i propri operatori senza preavvertire il cliente.

Per il cittadino c’è anche la possibilità della autolettura del contatore, così da evitare che nessuno entri in casa. Importante è poi sapere che il tecnico di Hera non richiede mai denaro e che non esistono onde elettromagnetiche in grado di liquefare i gioielli: scusa tipica, questa, utilizzata dai truffatori. Truffatori che alle volte contattano l’anziano telefonicamente chiedendo dati sul contratto: ebbene, avverte Hera, “i nostri operatori non vi chiederanno mai dati perché già li possediamo”.

Da febbraio a oggi in città si sono contati cinque episodi di truffe agli anziani ad opera di finti tecnici Hera, di cui due negli ultimi giorni. Quando si capisce di trovarsi al cospetto di un truffatore, il consiglio della Questura è di invitarlo ad andarsene: solitamente, di fronte a questa intimazione, i malviventi non usano violenza e desistono.

Nel video le interviste a:

Elmo Veronesi, Hera

Paolo Fassari, Questore di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche