Sabato 03 Dicembre 2016 | 05:39

600 MODENESI ALLA FIACCOLATA PER BERNARDETTA

Si è tenuta ieri sera nel quartiere Madonnina la fiaccolata organizzata dalla Federazione della Casa delle donne dopo l’omicidio di Bernadetta Fella. Una marcia per dire basta al femminicidio


E’ un allarme culturale, bisogna intervenire per non ritrovarci presto a un’altra fiaccolata con il dolore nel cuore per l’ennesima morte. Perché i casi di femminicidio, lo dicono i dati, aumentano ogni anno. Questo uno dei sentimenti più diffusi che ha portato, dopo l’omicidio di Bernardetta Fella, oltre 600 modenesi sulle strade del quartiere Madonnina per ribellarsi alla violenza sulle donne.

Le fiaccole si sono messe in marcia da Piazza Alessandrini fino alla casa della vittima in strada Nazionale per Carpi, dove i partecipanti si sono riuniti prima in un toccante minuto di silenzio e poi in uno scrosciante applauso. Per le associazioni presenti alla fiaccolata, cambiano i nomi, dei colpevoli e delle vittime di femminicidio, ma non si modificano le dinamiche e la crudeltà di queste violenze, spesso denunciate da donne spaventate dai violenti gesti del proprio compagno. Presente alla fiaccolata anche Giovanna Ferrari madre di Giulia Galiotto uccisa nel 2009 dal marito a Sassuolo.

  

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche