Venerdì 09 Dicembre 2016 | 20:18

L’AUSL SOSPENDE IL CONCORSO: ESPOSTO IN PROCURA

La selezione dello scorso fine aprile per un posto a Modena di terapista della riabilitazione psichiatrica, diventa un caso


Garantire la massima regolarità e trasparenza: l’USL comunica di aver sospeso, e portato le carte  in Procura, la procedura del concorso pubblico per il posto di ‘Collaboratore professionale sanitario – terapista della riabilitazione psichiatrica’. Questa la decisione dell’Azienda Sanitaria per una vicenda che risale a fine aprile quando l’Ausl con una delibera bloccò la graduatoria finale della selezione, fermando in questo modo l’assunzione del vincitore al momento della firma del contratto. Difficile comprendere le ragioni di questo stop, con relativo esposto, perché al momento l’Azienda Sanitaria non è scesa nei particolari. Sul concorso però nelle scorse settimane erano circolate diverse indiscrezioni, come quella legata ai telefoni cellulari, ritirati o meno all’entrata delle prove scritte. Il direttore generale Ausl, Massimo Annicchiarico, ha comunque deciso di vederci chiaro rivolgendosi al Giudice, perché alcune particolari circostanze nella vicenda potrebbero aver pregiudicato il corretto svolgimento delle selezioni. E non è finita qui, perché l’azienda modenese ha anche attivato una indagine disciplinare interna, evitando però qualsiasi interferenza con il lavoro della Autorità Giudiziaria. Un caso dunque per un posto non di primissimo piano, ma comunque ambito viste le 120 domande, con 30 candidati che hanno superato tutte le prove. Una selezione importante anche per i presunti sconfitti, visto che sarebbero entrati in graduatoria per occupare i posti lasciati liberi nelle strutture sanitarie nei prossimi tre anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche