Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 13:25

DONNE E LAVORO: LA CRISI COLPISCE SOPRATTUTTO IL SETTORE FEMMINILE

Nel 2015 a Modena il tasso di disoccupazione femminile è dell’8,4%. I dati sono stati elaborati dalla provincia sulla base di una indagine Istat


Meno colf e bandanti. Sempre più famiglie di Modena e provincia decidono di non assumere una collaboratrice domestica tanto che dal 2013 al 2015 si registra un calo di poco più di 1.000 assunzioni.

Il dato è stato diffuso dall’ufficio statistica della provincia di Modena, sulla base dell’indagine Istat e dei centri per l’impiego, che ha scattato una fotografia sul mondo del lavoro femminile. La panoramica ha evidenziato come la crisi abbia pesato sulle donne in misura maggiore rispetto agli uomini e continuano a trovare maggiori difficoltà a inserirsi nel mercato del lavoro. Cambiano gli scenari anche per effetto delle disposizioni normative introdotte dal Governo, uno su tutti la riforma del Jobs Act. A Modena nel 2015, su un totale di 302 mila occupati, oltre 132 mila sono donne. Il tasso di occupazione è pari al 58,3 per cento, in linea con il dato regionale, più elevato del dato medio nazionale. Il tasso di disoccupazione invece è all’8,4% inferiore sia a livello regionale che nazionale. La forbice, sui dati della disoccupazione, diventa più ampia se si guarda alla disoccupazione giovanile a Modena si attesta al 19 per cento, mentre in regione supera il 33% ed è oltre al 42 a livello nazionale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche