Giovedì 08 Dicembre 2016 | 21:06

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, INDAGINI ANCHE A MODENA

Guardia di Finanza e Polizia di Stato di Ancona contro l’immigrazione clandestina: tre arresti e 400 indagati. Coinvolta anche un’azienda della provincia di Modena


Indagini anche a Modena nell’operazione congiunta tra Polizia e Guardia di Finanza di Ancona denominata ‘Easy Job’, che ha portato all’arresto di tre italiani e indagato 400 persone. L’inchiesta ha nel mirino un’organizzazione che avrebbe procurato falsi contratti di lavoro, al fine di ottenere il permesso di soggiorno, ad un numero elevato di migranti in arrivo soprattutto dal Marocco e dalla Tunisia. La base della banda è stata individuata a Fabriano, ma nell'inchiesta è coinvolta anche un’azienda, ora fallita, della provincia di Modena. L’accusa per gli arrestati, è finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed alla truffa aggravata ai danni dello Stato. Infatti sarebbe di circa 650mila euro il danno procurato dall'organizzazione che avrebbe gestito il traffico di false assunzioni e falsi permessi di soggiorno. La Guardia di Finanza e la Polizia dell’area marchigiana erano sulle tracce di questa organizzazione da tempo, infatti agli agenti risultava un flusso sospetto di extracomunitari che, per ottenere il proprio permesso di soggiorno, presentavano buste paga emesse sempre dalle stesse poche aziende. I finanzieri invece stavano indagando su un alto numero di richieste di indennità di disoccupazione provenienti soprattutto da stranieri assunti da poco sempre dalle stesse aziende. Tra queste dovrà chiarire la propria posizione anche quella modenese e sarà un compito che spetterà al curatore fallimentare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche