Lunedì 05 Dicembre 2016 | 09:26

POLICLINICO: DEGRADO INTORNO ALLA PALAZZINA CROLLATA

A tre anni dal cedimento dell’aprile 2013, è tutto come allora. E accanto alle macerie, c’è una piccola discarica. Policlinico e Ausl: “Entro giugno sostanziale miglioramento”


Macerie e rifiuti abbandonati, a due passi dai letti d’ospedale. Tre anni dopo il cedimento improvviso della palazzina dell’ex reparto Diagnosi e Cura, è questo lo scenario che si presenta nell’area che si apre vicino all’ingresso principale del Policlinico di Modena, proprio dietro il mini-parco giochi allestito per i bambini. Il cortile, recintato, non è più sotto sequestro della magistratura, ma tutto è rimasto come era nei giorni immediatamente successivi al crollo, avvenuto il 24 aprile del 2013. Con la sola aggiunta, accanto alla palazzina sventrata e alle erbacce, di rifiuti di vario tipo. Per il cedimento dello stabile si attende l’apertura del processo che vedrà vari tecnici e professionisti imputati per disastro colposo: al momento del crollo, la palazzina era vuota (il reparto Diagnosi e Cura era chiuso dal 2010). Oggi questo stato di degrado rende ancor più mortificante il paesaggio nel cuore di una struttura sanitaria d’eccellenza. Da parte loro, Policlinico e Ausl riconoscono le ragioni di chi lamenta lo stato di incuria dell’area e spiegano di essersi già fatte carico del problema: “Entro fine giugno”, assicurano, l’area conoscerà “un sostanziale miglioramento sia dal punto di vista logistico sia dal punto di vista del decoro”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche