Sabato 03 Dicembre 2016 | 05:36

PESSIMA LA QUALITÀ DELL’ARIA A MODENA NEL 2015

Presentato da Arpa il rapporto sulla Qualità dell’aria a Modena, dove il 2015 è stato il peggiore degli ultimi 10 anni in tema di smog


Polveri sottili: i numeri del 2015 non sorridono a Modena. In città 5 stazioni su 6 hanno superato il limite dei 35 giorni di sforamento dei limiti di legge. La situazione più critica sotto la Ghirlandina è però quella dell'ozono, benché dal 2011 le concentrazioni siano in netta diminuzione, questo inquinante continua a registrare in tutta la provincia valori superiori ai limiti. La popolazione esposta a condizioni di inquinamento, è stata pari a più del 55% nel nostro territorio per le PM10 e al 100% per l'ozono. E' questa in sintesi la situazione registrata a Modena nel 2015, un anno pessimo in tema di smog, il peggiore dell’ultimo decennio. In città nel 2016 sono già 20 i giorni di superamento dei limiti e quando tornerà l’autunno, difficilmente il problema non si riproporrà, superando probabilmente anche in questi 12 mesi il tetto imposto dalla legge. Per combattere le PM10, nell'autunno e inverno scorso, sono state messe in campo diverse iniziative, ma con risultati poco soddisfacenti visti i dati, infatti tra domeniche ecologiche e riscaldamenti centellinati, l’unica prospettiva efficace per combattere lo smog era affidarsi alle previsioni meteo sperando nell'arrivo della pioggia. Le polveri sottili, che per un periodo hanno portato alla Pianura Padana il titolo di area più inquinata d’Europa, sono paragonate dagli esperti a un killer lento e silenzioso, che si accumula, più o meno gravemente, nel sistema respiratorio. Quindi si tratta di un campanello d’allarme che deve essere se non fermato, almeno rallentato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche