Giovedì 08 Dicembre 2016 | 01:10

SGOMBERI E SCONTRI, MUSTI: CARICA DI ALLEGGERIMENTO

Il procuratore capo: “Chi ha subito lesioni dalla Polizia presenti denuncia e certificato medico: altrimenti nessuna inchiesta”


“Una carica di alleggerimento”. Il procuratore capo di Modena Lucia Musti difende l’operato della Polizia, dopo gli scontri di ieri in piazzale Redecocca, davanti agli uffici dei Servizi Sociali del Comune. Episodi, sottolinea il magistrato, che non hanno nulla a che vedere con gli sgomberi effettuati poche ore prima negli stabili occupati di via Sant’Eufemia e via Bonacorsa. Intanto, dalla Questura sottolineano come uno dei manifestanti abbia scagliato contro un agente una bottiglia di vetro. Sarebbe stato questo atto a scatenare le manganellate dei poliziotti. Negli scontri è rimasta ferita alla testa una ragazza di 15 anni, che ha passato la notte in osservazione al Pronto Soccorso per una frattura alla tempia.

Quanto agli sgomberi di ieri, disposti dal Gip su richiesta della Procura. L’ipotesi di reato è invasione di edifici: ci sono 15 indagati, uno dei quali minorenne. Tra i locali posti sotto sequestro c’è la sede del collettivo Guernica, in via Carteria. nei locali a fianco, che ospitano il laboratorio sociale ‘La Scossa’, ieri sera si è svolta una assemblea pubblica a cui hanno partecipato diversi attivisti.

Intervista a Lucia Musti, Procuratore Capo di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche