Venerdì 02 Dicembre 2016 | 20:56

DA ROVIGO A MODENA PER COMPRARE L’EROINA

Due giovani tossicodipendenti veneti hanno percorso 120 chilometri per incontrare lo spacciatore ‘con la cresta’. Ma la Polizia lo ha arrestato


Da Rovigo a Modena per comprare l’eroina. Un viaggio culminato al cospetto degli agenti della Polizia quello intrapreso nella giornata di ieri da due giovani tossicodipendenti veneti.  E il loro spacciatore di fiducia, per il quale avevano percorso 120 chilometri, è finito in manette. Capelli rasati, cresta gialla, nel marsupio aveva mezzo chilo di eroina Brown Sugar: si tratta di un tunisino di 34 anni, clandestino senza fissa dimora, con precedenti per detenzione e spaccio di stupefacenti. L’operazione della Squadra Volante è andata in scena ieri pomeriggio. Verso le 16.40 gli agenti notano in via Ciro Menotti due giovani a bordo di una Alfa 156: i due vengono identificati. Lei ha 24 anni, lui 26 e sulle sue spalla grava una condanna per un omicidio legato a vicende di droga: i poliziotti approfondiscono il controllo e scoprono sotto la maglietta della ragazza due siringhe e un laccio emostatico. I due confessano il motivo della loro gita modenese: alle 17,30 hanno appuntamento con il pusher all’angolo tra via Ciro Menotti e via Divisione Acqui. La volante si apposta in zona e all’ora indicata nota lo spacciatore a bordo di una bicicletta: lo avvicina e dopo un inseguimento a piedi il tunisino viene bloccato e arrestato: con sé ha 522 grammi di roba, tra cui una dose già pronta alla vendita, più 90 euro in contanti e un coltellino a scatto. Finisce in manette: i due tossicodipendenti dicono di averlo conosciuto tramite il loro precedente spacciatore. E a Modena è sempre più allarme eroina.

Intervista a Paola Convertino, Squadra Volante Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche