Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:07

POLICLINICO CONDANNATO PER INTERVENTI SBAGLIATI

Il nosocomio dovrà risarcire 500 mila euro ad una donna che era stata sottoposta ad intervento chirurgico per dimagrire. Per i periti del tribunale le operazioni erano troppe aggressive


Il peso eccessivo, circa 100 kg aveva portato una signora di Trento nel 2000 a rivolgersi al Policlinico, per effettuare un intervento chirurgico con l’obiettivo di ridurre la capacità dell'intestino di assorbire sostanze nutritizie. Un’operazione che sarebbe stata anche ripetuta, creando disagi alla donna tanto da far partire una causa civile contro il nosocomio cittadino. La vicenda è finita con la vittoria della trentina, quindi la condanna del Tribunale di Modena al Policlinico di pagare circa 500 mila Euro, più le spese legali e gli interessi per un cifra che supera i 600 mila Euro. Alla fine l’accordo è stato per 570 mila Euro, una somma importante, ma che difficilmente potrà eliminare le conseguenze dei tre interventi. La donna dopo le operazioni era dimagrita troppo con un malessere che le condizionava la vita quotidiana, tanto da farle avere delle crisi depressive. Dalla sentenza del Tribunale e dal lavoro del perito si comprende come il caso, prima della decisione di intervenire chirurgicamente, poteva essere affrontato con modalità alternative come ad esempio una dieta supportata da uno psicologo oppure altri interventi meno aggressivi come i by pass gastrici o la gastroplastica. O comunque stando ai periti se i medici avessero effettuato un trattamento meno invasivo la donna avrebbe ottenuto un dimagrimento più graduale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche