Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 13:29

STRANGOLINO: INDAGATO UN 26ENNE DI CARPI

La Procura di Modena ha aperto un fascicolo e a breve sarà fatta anche una perizia medico legale sul ragazzino coinvolto, che attualmente si trova ancora ricoverato al Policlinico


Indagato un 26enne residente a Carpi: la Procura di Modena ha confermato l’apertura di un fascicolo per lesioni gravi. Il Pubblico Ministero Katia Marino sta seguendo l’evolversi dell’indagine sul grave episodio accaduto nella notte tra sabato e domenica, con un 11enne che, ha rischiato di morire dopo essere stato preso per il collo da un 26enne carpigiano che non risulta essere nel gruppo di amici del  giovane, ma solo una conoscenza frutto di frequentazioni comuni. Al momento del rientro a casa, il ragazzino che non si sentiva bene ha raccontato alla madre di essere stato salvato dall’intervento del fratello che avrebbe evitato lo strangolamento durante un gioco violento. Si tratterebbe di un rituale tristemente noto chiamato ‘ strangolino’ che consiste nell'interrompere bruscamente l’afflusso di ossigeno al cervello per poi riaprirlo altrettanto rapidamente e raggiungere in pochi istanti uno stato di euforia. Per arrivare a questo stato è utilizzato lo strangolamento a mani nude o mediante altri oggetti. Dopo il racconto l’11enne è stato portato d’urgenza al Pronto Soccorso, e subito dopo ricoverato al Policlinico a causa della frattura dell’osso ioide che si trova alla radice della lingua. La vittima del probabile gioco, resterà ancora per qualche giorno in osservazione al nosocomio cittadino, per poi fare rientro a casa dove rimarrà in convalescenza per una trentina di giorni. Il procuratore Capo Lucia Musti oltre a confermare l’apertura del fascicolo ha aggiunto che a breve sarà fatta una perizia medico legale sul ragazzino coinvolto, per capire come o cosa lo abbia strangolato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche