Lunedì 05 Dicembre 2016 | 09:25

LE AUTISTE DI SETA CONTRO IL PRESIDENTE BULGARELLI

Aspettando lo sciopero di lunedì, infiammano la polemiche tra le autiste di Seta e il Presidente dell’azienda di trasporti Bulgarelli a causa di un’iniziativa in Comune


Un grattacapo dietro l’altro per il Presidente di Seta Vanni Bulgarelli, alle prese con una situazione che di ora in ora sta diventando sempre più calda. In attesa dello sciopero di lunedì prossimo di 24 ore, i sindacati sono sul piede di guerra per l’iniziativa del Comune che ha accolto in Municipio, assieme a Bulgarelli, due lavoratrici di Seta per sottolineare l’importanza del lavoro femminile in un ambito particolarmente rilevante e delicato come quello del servizio di trasporto pubblico. Le donne iscritte alle sigle si sono dette indignate per il modo di procedere, parlando di propaganda inutile, e dicendosi ridicolizzate e offese. Da una parte c’è l’iniziativa di una singola lavoratrice che si è prestata all’incontro e dall’altra le colleghe pronte a protestare lunedì prossimo proprio perché il Presidente Bulgarelli non ha dimostrato di volersi aprire al confronto in questa fase così delicata. Seconde le autiste di Seta, se il Comune e i vertici dell’azienda vogliono fare bella figura con le donne devono agire in modo diverso, senza questi gesti strumentali, ma risolvendo le varie problematiche che ogni giorno le lavoratrici devono affrontare. Intanto per lunedì, in occasione dello sciopero di 24 ore, è previsto anche un presidio dei lavoratori davanti alla sede di Seta dalle 8,30 alle 11,30. Dall’altra parte, a poco meno di 48 ore dalla mobilitazione dei lavoratori, il presidente Vanni Bulgarelli ha deciso di non rilasciare dichiarazioni, almeno fino al termine dello sciopero.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche