Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:08

EX CASERMA OCCUPATA, FUMATA NERA COL COMUNE

L’assessore Urbelli chiede l’identificazione delle famiglie che vivono nello stabile. Dallo sportello sociale La Rage risposta negativa


Si fa sempre più teso il rapporto tra il Comune di Modena e i ragazzi dello sportello sociale La Rage, promotori dell’occupazione della ex caserma dei carabinieri di via Sant’Eufemia. Si è concluso con una fumata nera l’incontro tra gli assessori Urbelli e Giacobazzi e la delegazione degli occupanti. Lo stabile è occupato da una ventina di famiglie in difficoltà. L’amministrazione chiedeva che venisse fornita, a scopo sociale, la loro identificazione ma dal collettivo La Rage la risposta è stata negativa. Da parte loro, gli occupanti rifiutano di fornire le identità delle famiglie, spiegando di non essere interessati a “soluzioni a tempo”. E rilanciano chiedendo al Comune, in comodato d’uso sociale, edifici vuoti di proprietà dell’ente da assegnare a famiglie in difficoltà in cambio di una riqualificazione dello stabile a opera delle stesse famiglie. La ex caserma occupata di via Sant’Eufemia è di proprietà della società Cassa Depositi e Prestiti Investimenti, che ha già sporto denuncia. Se non si troverà presto una soluzione il rischio è che la Questura proceda allo sgombero forzato.

Intervista a Giuliana Urbelli, Assessore Politiche Sociale Comune di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche