Sabato 10 Dicembre 2016 | 09:49

MENINGITE ALLE SCUOLE RODARI, LA BIMBA RESTA GRAVE

La piccola è stazionaria in Terapia intensiva: la prognosi è riservata. Caso isolato, ma già attivata la profilassi per 140 persone


Restano stazionarie, sempre gravi, le condizioni di salute della bambina di 10 anni ricoverata al Policlinico di Modena per meningite. La piccola si trova sotto l’attento monitoraggio dei medici in Terapia Intensiva: la prognosi è riservata. L’ospedale sottolinea che si tratta di un caso isolato. Ma intanto, dopo che mercoledì è stato acclarato che la bimba fosse stata colpita dal virus meningococco, è scattata come da protocollo la profilassi per tutti coloro che possono essere entrati in contatto con lei nei giorni precedenti. Parenti stretti, ma anche amici, compagni di classe e insegnanti delle scuole Rodari di via Magenta, dove la piccola è iscritta. In tutto circa 140 persone, tra bambini e adulti. L’Azienda Usl di Modena sottolinea che “non sono necessari interventi di disinfezione dei locali della scuola, che riaprirà regolarmente dopo le vacanze pasquali”. La meningite è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale. I sintomi più frequenti sono febbre alta improvvisa, mal di testa e rigidità del collo. La terapia usuale prevede la somministrazione di antibiotici e anti-virali. Se trattata tardivamente, la malattia può essere anche letale. L’Ausl di Modena assicura comunque che il ceppo in questione non ha alcuna correlazione con il focolaio che in Toscana da gennaio 2015 ha provocato 45 casi e dieci morti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche