Domenica 11 Dicembre 2016 | 14:44

MIRANDOLA: ATTO INTIMIDATORIO A UNA MACELLERIA ISLAMICA

Ignoti hanno dato fuoco alla vetrina di una negozio gestito da stranieri e disegnato una svastica davanti alla vetrina. Solidarietà bipartisan ai gestori del locale


Atto intimidatorio nella notte in una macelleria islamica che si trova tra via Verdi e via Marsala in pieno centro a Mirandola. Ignoti hanno incendiato la vetrina di un negozio gestito da marocchini e hanno scritto per terra “Andate via”, parole accompagnate da una svastica. Sull’inquietante episodio stanno indagando le forze dell’ordine: nessuna ipotesi è esclusa. La procura ha aperto una inchiesta per far luce sull’episodio. Oltre ai danni provocati alla vetrina, il fumo e il fuoco hanno anche provocato anche problemi all'interno del negozio, ma le conseguenze potevano essere più gravi come spiega Abdel Satta, uno dei due gestori del negozio, da 20 anni a Mirandola. La macelleria ha aperto circa 5 mesi fa dopo i lavori di ristrutturazione del locale per i danni provocati dal terremoto. Sbalordito e incredulo Abdellatif Ouassif  che parla di un atto inspiegabile. Unanime e bipartisan la condanna per l’atto intimidatorio. Dal Sindaco Maino Benatti che ha parlato al telefono con uno dei due gestori  al capogruppo locale di Forza Italia Antonio Platis, che sprona gli inquirenti a far piena luce sull’episodio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche