Sabato 03 Dicembre 2016 | 18:38

SI FINGE AMICA, LO FA RAPINARE DA TRE COMPLICI

L'episodio risale all'estate scorsa davanti all’ex Holiday Inn: tra gli arrestati ci sono una madre con il figlio minorenne


Credeva di essere stato solo rapinato e invece era stato anche raggirato. C’era la giovane donna che aveva conosciuto qualche sera prima in un locale dietro l’imboscata criminale tesagli davanti all’ex hotel Holiday Hinn lo scorso 30 luglio. Ma ora l’intera banda di ladri è stata acciuffata. E tra loro ci sono pure una madre con il figlio minorenne. Vittima dell’episodio un 69enne modenese. Era stato lui a chiamare il 113 verso mezzanotte e mezza di quella sera d’estate, denunciando di essere stato derubato di auto, portafogli e cellulare da tre individui armati di pistola. L’uomo raccontò di aver accompagnato nell’area dell’ex hotel una sua amica ventenne, conosciuta qualche sera prima: la donna avrebbe dovuto incontrarsi lì con una persona. Appena lei scese dall’auto, entrarono in scena i tre banditi che si fecero consegnare dall’uomo il cellulare e il portafogli con dentro 1.600 euro e scapparono via a bordo della sua Dacia. L’auto fu ritrovata dalla Polizia, poco distante: probabile che i malviventi l’abbiano usata per raggiungere la loro vettura, prima di darsi alla fuga. Ebbene, dopo indagini accurate, la Squadra Mobile, coordinata dal pm Mazzei, ha scoperto che i malviventi erano d’accordo con la ventenne che si era fatta accompagnare sul posto. Per i quattro l’accusa è di rapina pluriaggravata. Tra loro ci sono una donna di 32 anni e il figlio 16enne. Il Gip di Modena ha ordinato la custodia agli arresti domiciliari per i tre adulti, mentre per il minore è stato disposto l’accompagnamento in comunità.  


Ai nostri microfoni Francesco Panetta, Capo Gabinetto Questura Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche