Sabato 03 Dicembre 2016 | 22:49

RAPINE IN FARMACIE, APERTO TAVOLO IN PREFETTURA

Riunione tra farmacisti e forze dell’ordine sull’escalation criminale. Si va verso un accordo che prevede più pattugliamenti, più telecamere e corsi di formazione per gli esercenti


Più pattugliamenti delle forze dell’ordine, più telecamere negli esercizi, ma anche corsi di formazione ai farmacisti su come comportarsi in caso di rapina. E’ questa la strada tracciata per fronteggiare l’escalation criminale che sta colpendo le farmacie di Modena. I rappresentanti di Federfarma e Farmacie Comunali si siedono al tavolo della Prefettura per fare il punto anche con Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale e Comune di Modena su quali azioni intraprendere per aumentare il livello di sicurezza. Verrà avviato un confronto che porti alla stipula di un nuovo protocollo che recepisca l’accordo firmato a livello nazionale tra le Farmacie private e il Ministero dell’Interno.

L’accordo prevede anche una intensificazione dei controlli delle forze dell’ordine e un aumento dell'utilizzo di denaro elettronico. Da qualche tempo le farmacie sono diventate uno dei bersagli preferiti di ladri e rapinatori. Anche perché per la natura del loro servizio questi esercizi non hanno barriere all'ingresso. Nell'ultimo mese tra Modena e provincia si sono contati ben sei episodi criminali a danno di farmacisti.


Ai nostri microfoni Silvana Casale, Presidente Federfarma Modena; Michele Di Bari, Prefetto di Modena e Michele Andreana, Presidente Farmacie Comunali Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche