Giovedì 08 Dicembre 2016 | 08:51

REGOLAMENTO DELL’ALBINELLI: CONFESERCENTI CONTRARIA

L’associazione esprime contrarietà parlando di tentativo di privatizzazione della struttura


‘Un regolamento che, più che rilanciare il Mercato coperto di via Albinelli, sembra porre le basi per la sua privatizzazione’.  Questa l’opinione di Confesercenti Modena sulla proposta delle norme che giovedì arriverà in Consiglio comunale per la discussione e il voto. Nella nota l’Associazione sottolinea che se la volontà politica è quella di passare da mercato su area pubblica a media struttura di vendita, simile a un centro commerciale, la strada da percorrere sul versante amministrativo era e resta diversa. Il nodo principale riguarda le attività complementari, secondo Confesercenti il tetto del 30% previsto dalla modifica al regolamento dovrebbe essere rivisto, scendendo al 10-12%. Nello stesso tempo si chiede al Comune di comunicare in Regione in modo trasparente il numero effettivo degli spazi destinati al commercio su area pubblica che si intendono assegnare tramite bando regionale. Sempre secondo l’associazione, trattandosi di una struttura pubblica, la Giunta dovrebbe avere come priorità non solo la soluzione dei problemi di gestione che pure esistono e da tempo, ma il rilancio della struttura nell'esclusivo interesse dei cittadini, di Modena e del commercio in centro storico. E i progetti per dare nuova linfa al Mercato devono necessariamente passare attraverso anche uno dei problemi centrali e ancora insoluti della questione: Confesercenti si riferisce alla rimodulazione degli orari di apertura del mercato. Un aspetto di competenza strettamente comunale, ma che l’attuale bozza di regolamento, non affronta in modo risolutivo dimostrando una contraddizione tra la proprietà pubblica che decide e la gestione che esegue.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche