Martedì 06 Dicembre 2016 | 03:49

FATTURE NON PAGATE, MALE LE IMPRESE DI MODENA

Un sondaggio del Centro Studi Euler Hermes rivela: in provincia aumentano i mancati pagamenti e anche gli importi medi. Soffrono in particolare tessile ed edilizia


Casse svuotate, fatture non pagate: le imprese di Modena non se la passano affatto bene, a giudicare dal Rapporto sui mancati pagamenti realizzato dal Centro Studi Euler Hermes. Nel 2015 – rivela l’indagine – sotto la Ghirlandina sono aumentati gli insoluti. E di molto anche: la frequenza con cui si registrano episodi di mancati pagamenti è cresciuta del 23% rispetto all’anno precedente e della stessa percentuale è lievitato pure l’importo medio che non viene onorato. Insomma, di soldi ne girano ben pochi. I settori più in difficoltà della provincia, secondo il Rapporto, sono tessile, moda e soprattutto edilizia, che sconta gravi difficoltà ormai da diversi anni. A livello regionale Modena si colloca a metà classifica, mentre la maglia nera spetta a Piacenza. I dati più positivi li vanta invece Rimini. Nonostante sia la quarta regione italiana per Prodotto Interno Lordo, l’Emilia-Romagna mette a segno una cattiva performance, con insoluti in sensibile aumento: +24%, a fronte di un calo medio del 7% a livello nazionale. Analizzando l’economia regionale, Euler Hermes rassicura su come la recessione sia ormai alle spalle e sottolinea la vitalità dei consumi, ma a beneficio solo della grande distribuzione organizzata, mentre, se l’agroalimentare vive un momento d’oro, spaventa la siccità in vista dell’estate.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche