Martedì 06 Dicembre 2016 | 06:52

CIA DI MODENA: LOTTA A CHI IMITA PRODOTTI DOP E IGP

In occasione della Giornata nazionale della qualità agroalimentare, la Cia-Agricoltori Italiani di Modena è intervenuta proponendo una serie di interventi per proteggere i prodotti Dop e Igp


Bisogna intensificare la lotta alla contraffazione a sostegno dei prodotti Dop e Igp. Questo il grido d’allarme della Cia-Agricoltori Italiani di Modena durante le iniziative legate alla ‘Giornata nazionale della qualità agroalimentare’ che hanno avuto un obiettivo ben preciso: coinvolgere gli operatori del comparto in un confronto sui fattori strategici di sviluppo. In Regione i marchi Dop e Igp sono 43, la metà dei quali prodotti nella nostra provincia. Secondo l’associazione di agricoltori sulle produzioni certificate si può investire meglio potenziando gli strumenti di promozione e marketing a sostegno delle eccellenze del territorio poco conosciute. Centrale come dicevamo prima, è stato il tema legato alla contraffazione, dove bisogna proseguire il percorso di ‘tolleranza zero’ verso chi imita o falsifica i prodotti Dop e Igp, facendo di fatto concorrenza sleale e compromettendo il prestigio di tutto il sistema agroalimentare dentro e fuori i confini italiani. Oggi più del 90 per cento del fatturato complessivo di questi marchi di qualità è legato soprattutto a una ventina di prodotti e molti di questi coinvolgono la nostra provincia come ad esempio il Parmigiano Reggiano o l'Aceto Balsamico di Modena. Dall’analisi svolta Cia-Agricoltori Italiani, in merito ai dati diffusi da Istat che vedono nel 2015 l'export agroalimentare italiano trainare le spedizioni oltreconfine, emerge che nonostante gli ottimi risultati sono però ancora molte le aziende del settore ancora in crisi. Secondo l’associazione modenese per uscire completamente dal momento difficile c’è bisogno urgente di risposte di natura politica, in sede nazionale e comunitaria, per alleggerire la burocrazia e soprattutto devono essere messi a punto nuovi strumenti per gestire le crisi di mercato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche