Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 15:21

MAFIA CAPITALE E TERZO SETTORE: AI CONFINI DELLA LEGALITA’

Il mondo del Terzo Settore modenese si interroga sulla legalità e lo fa con un convegno dove è stato portato il caso di “Mafia capitale”


Il principio di legalità nel mondo del terzo settore non deve essere dato per scontato e i fatti emersi con il caso Mafia Capitale sono un esempio: proprio per questo la sezione di Modena ha promosso un incontro al liceo Muratori dal titolo “Il mondo del terzo settore ai confini della legalità” la location non è stata un caso: infatti il convegno di oggi è la conclusione di un percorso fatto dagli studenti dell’istituto all’interno delle cooperative o associazioni di volontariato modenesi. Secondo i dati dell’ultimo Censimento Istat a dicembre 2011 nella nostra regione erano attivi oltre 25.000 organismi con quasi 65 mila addetti e oltre 400.000 volontari. Il 22% degli organismi sono associazioni riconosciute di volontariato e promozione sociale. 

All’incontro era presente anche il procuratore capo di Modena Lucia Musti la quale ha illustrato gli aspetti prettamente tecnico giuridici legati all’inchiesta dei colleghi romani, ma senza dimenticare le grandi indagini che hanno scosso la nostra provincia.

Ai nostri microfoni Albano Dugoni, Portavoce Forum Terzo Settore Modena e Lucia Musti, Procuratore Capo Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche