Sabato 03 Dicembre 2016 | 10:33

ASSENZE DIPENDENTI PUBBLICI: A MODENA NUMERI IN AUMENTO

Assenteismo per malattia tra i dipendenti pubblici: a Modena in tre anni il dato è in aumento, mentre cala nel privato


Malattie nel pubblico impiego: a Modena nel triennio dal 2012 al 2014 il dato di assenteismo aumenta del 10,4%. I numeri in netta crescita, che fanno sicuramente riflettere, arrivano dalla Cgia di Mestre sulla base di dati Inps. Modena conquista nella classifica nazionale dell’incremento di assenze per malattia fra i dipendenti pubblici, una posizione medio alta: il 37esimo posto. In Regione invece il nostro territorio occupa il quinto posto, una posizione sopra Bologna che vede un aumento del 9,7% nella graduatoria dove svetta Piacenza che ottiene una crescita di casi di poco più del 17%. La classifica italiana vede in testa Benevento che fa registrare un incremento di assenze per malattia fra i dipendenti pubblici del 27,5%. Secondo quanto si apprende dalla ricerca, nel 2014 in Italia un dipendente pubblico su due è rimasto a casa per malattia. Nel privato, invece, le assenze riguardano un lavoratore su 3 e in questo caso l’andamento a Modena è migliorato, perché dal 2012 al 2014 è sceso dell’1,5%. Dall’analisi nazionale del numero di eventi sulla durata della malattia, entrando nello specifico si intende il numero di giorni di assenza di un dipendente anche in presenza di più certificati medici, emerge un aspetto curioso: nel pubblico le assenze brevi, anche di un solo giorno interessano il 27,1% dei casi, mentre nel privato, invece, l’incidenza si ferma al 12,3%. Intanto anche il governo si muove per invertire la tendenza registrata dai dati giunti dalla Cgia di Mestre: con i decreti attuativi portati al tavolo del Consiglio dei ministri, il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia punta a uno Stato più semplice per i cittadini e per le imprese. Ma anche uno Stato che possa usare il ‘pugno di ferro’ con i fannulloni e gli assenteisti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche