Sabato 03 Dicembre 2016 | 14:41

CANTO, POESIA E DIALETTO: 17ESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL

Il Festival della Canzone dialettale Modenese si terrà venerdì 29 gennaio


Nel 1964 Pier Paolo Pasolini lancia l’allarme: la perdita del dialetto, equivale alla perdita della realtà. Nel 2016 il linguaggio non è scomparso, ma è ovvio che sia diventato uno strumento quasi esclusivamente di comunicazione quotidiana, quindi si può definire regredito rispetto agli anni passati. Per non perdere il contatto con la realtà a Modena scende in campo l’arte, che con poesia e musica può regalare l’eternità all’amato dialetto. E’ in programma venerdì 29 gennaio la 17esima edizione benefica del Festival della Canzone Dialettale modenese, dove oltre ai musicisti sono previsti ospiti di rilievo come il poeta Emilio Rentocchini, autore in dialetto sassolese del libro ‘Lingua madre’ e lo storico collaboratore di Pierangelo Bertoli Marco Dieci. Il ricavato della serata andrà al progetto Chernobyl per il supporto ad attività di tipo socio sanitario e per l’inserimento nelle scuole ucraine dei bambini disabili a cura della Polivalente 87 e Gino Pini Modena e a sostegno del progetto Nicolò Leon per la donazione del latte materno, indispensabile, in pratica una sorta di farmaco, per soddisfare le necessità dei neonati prematuri prima di tutto, ma anche di neonati a termine che per brevi periodi non possono essere alimentati al seno. L’associazione sostiene questo progetto anche per il valore culturale di difesa del dialetto.

Ai nostri microfoni Giuseppe Masellis, Presidente associazione Buona Nascita Onlus e Davide Turci, Direttore artistico del Festival della Canzone Dialettale

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche