Sabato 10 Dicembre 2016 | 13:42

MESSAGGIO SAN GEMINIANO: LA PERSONA PRIMA DI TUTTO

Il vescovo Erio Castellucci nel messaggio alla città, in occasione della festa del patrono di Modena, ha toccato anche i temi dell’immigrazione e delle unioni civili


La chiesa non è come una mongolfiera che lancia messaggi alla città, ma è intrecciata con essa: sono due grandezze che possono dirsi qualcosa per il bene comune: è questo lo spirito che ha spinto mons. Erio Castellucci ha scrivere il messaggio alla città in occasione della festa di San Geminiano, patrono di Modena. Una lettera che ha come idea di fondo la persona, l’essere umano in quanto tale perché, ha spiegato il vescovo, il sostantivo è più importante dell’aggettivo. 

Un messaggio che richiama ai valori fondanti del cristianesimo e allo stesso tempo non dimentica i temi che in questo periodo stanno animando le piazze anche modenesi primi fra tutti l’immigrazione e l’unioni civili.  

Per quanto riguarda il programma si inizia sabato 30 con l’apertura delle spoglie di San Geminiano che resteranno aperte fino al 6 febbraio. E per l’occasione anche la porta santa avrà la sua apertura straordinaria.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche