Domenica 04 Dicembre 2016 | 11:13

ASSENTEISTI NEL 2015: MODENA TRA I CASI PIU' CLAMOROSI

Dipendenti pubblici assenti sul proprio posto di lavoro: la Riforma della Pubblica Amministrazione potrebbe portare a un licenziamento in tempi brevissimi


I fannulloni hanno le ore contate? E’ presto per dirlo, ma siamo di fronte a una settimana importante su questo tema. Nel Consiglio dei Ministri, convocato per mercoledì sera, si parlerà della riforma della Pubblica Amministrazione con l’urgenza legata agli assenteisti, anche prevedendo un provvedimento drastico: l'allontanamento, entro 48 ore, dei dipendenti del settore pubblico in caso di comportamento scorretto. Tra gli episodi più eclatanti del 2015 di questo malcostume compare anche Modena.  Lo scorso novembre a finire nel mirino della Guardia di Finanza di Vignola, fu l’ex primario dell’Ospedale di Pavullo. Tra le indagini raccolte, fece clamore il video degli spostamenti del medico ripreso mentre faceva la spesa in orario di lavoro oppure passeggiava con il cane. Un atteggiamento che secondo la Finanza vignolese proseguiva già da alcuni anni, riscontrando la presenza regolare sul posto di lavoro del primario, solo per una volta alla settimana. Secondo il Ministro Marianna Madia il licenziamento immediato degli assenteisti, con prove schiaccianti, è una forma di difesa dei lavoratori onesti. L'obiettivo del governo è quello di passare da una media di 102 giorni per il licenziamento, ad appena due mettendo soprattutto nel mirino, con le nuove norme, i finti malati e i furbetti del cartellino. Sul tema il Ministro della Pubblica amministrazione fu chiaro anche a Modena lo scorso 27 novembre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche